Tag

, , , , , ,

Le famiglie che scelgono l’educazione parentale per i figli in età da superiori sono veramente poche. Fare homeschooling con ragazzi sopra i 14 anni è qualcosa di totalmente diverso che farlo con bambini di 10 anni. Come abbiamo detto più volte, l’homeschooling alle superiori deve rapidamente diventare self-learning: questo significa che l’obiettivo della famiglia deve essere quello di rendere il ragazzo in grado di riprendere in mano le redini della propria istruzione e camminare con le sue gambe verso qualunque obiettivo si ponga.
Spesso, però, queste famiglie hanno come obiettivo il conseguimento del diploma.
Non tanto perché qualcuno creda ancora al valore oggettivo di quel titolo di studio, ma piuttosto per paura che la sua assenza comporterà nel tempo una significativa perdita di occasioni.
Sicuramente è così.
Qualunque strada imbocchiamo ci porta in una direzione e non in un’altra. Di conseguenza non avere il diploma significa non poter andare in certe direzioni. Tuttavia ci si scorda fin troppo spesso che anche la strada di chi non consegue il diploma dischiude tantissime possibilità.

Di Sara e dei suoi successi di homeschooler senza diploma ammessa al college abbiamo già parlato altre volte. E qualche volta abbiamo anche parlato di David, homeschooler che non mira al diploma.
Oggi, con grandissima gioia e una punta (di iceberg) di orgoglio, vogliamo condividere l’ennesima soddisfazione che Sara ha ricevuto non dai titoli di studio, ma dall’impegno e dalla passione.
Perché è di oggi la notizia che Sara è stata selezionata tra i 5 finalisti del premio giornalistico studentesco nazionale SSJA Awards per la categoria del Giornalismo Investigativo!!
La cerimonia ufficiale si svolgerà a Glasgow il 30 maggio e in quell’occasione verranno annunciati i vincitori.
Sara non pensa di poter vincere perché questo premio non è mai stato assegnato a studenti del primo anno, ma proprio per questo motivo è un grandissimo onore e un inatteso successo avere il proprio nome nella rosa di finalisti.

Inutile dire che per noi Sara ha già vinto.
Ha vinto un premio ben più importante di questo: il premio che spetta a chi non si arrende e traccia una strada là dove altri vedevano solo un futuro di fallimento (perché senza diploma non si va da nessuna parte…).

Annunci