I libri che usiamo

Quando eravamo bambini (e parlo degli anni Ottanta, non del 1800!), i libri di testo della scuola elementare erano il sussidiario e il libro di lettura.
Quando abbiamo tolto Simone e David da scuola, abbiamo fatto il conto dei libri e dei quaderni utilizzati: 13 quaderni e 9 libri, ai quali bisognerebbe aggiungere i 2 di religione per i bambini che frequentano quelle ore.
11 libri contro i 2 che avevamo noi…
13 quaderni contro i nostri 3 (uno a righe, uno a quadretti e uno pentagrammato)…
Ai posteri l’ardua sentenza.
Nella nostra scuola, oltre a non esserci libri di testo veri e propri – sui quali, cioè, i bambini dovranno studiare – gli spunti per le lezioni potranno venire da qualunque testo, da qualunque libro, oltre naturalmente che dalle esperienze e dalle nostre conoscenze dirette.
Tuttavia, elenchiamo qui di seguito i libri che utilizziamo come traccia o come riferimento per preparare le nostre lezioni.

  • “Castelli in aria – Riflessione linguistica”: libro di grammatica della scuola elementare di Simone e David
  • “Mix”: sussidiario delle discipline della scuola elementare di Simone e David
  • “Le grandi religioni spiegate ai bambini e ai ragazzi”: un bel testo per imparare a conoscere (e a rispettare) religioni e culture diverse
  • “Mitologia: dei, guerrieri, eroi”: un vecchio libri ricco di illustrazioni e di leggende da tutto il mondo
  • “Peter Pan”: un’edizione semplificata in lingua originale
  • “Lingua e linguaggi”: antologia della scuola elementare di Simone e David
  • “Dire, fare, comunicare”: libro di grammatica di I media
  • “Senso ed espressione”: libro di grammatica di I media
  • “Realtà e modelli”: libro di matematica di I media
  • “Le due ore di tecnologia”: libro di tecnica di I media
  • “130 schede di tecnologia”: libro di tecnica di I media
  • “Arte studio”: libro di arte di I media
  • “Carillon”: libro di musica di I media

Ultimo aggiornamento: 15/04/2013

2 risposte a “I libri che usiamo”

  1. Caterina Lai ha detto:

    Sono entusiasta della vostra iniziativa, vorrei conoscere maggiori dettagli per imitarvi e liberare i miei figli dalle false ed ormai insostenibili aspettative che la scuola pubblica attuale offre, come posso contattarvi?
    grazie per l’esempio,
    Caterina

    • Ciao Caterina, grazie per il tuo commento. Se per te va bene, nel pomeriggio ti scrivo per mail, così ne possiamo parlare. Che età hanno i tuoi figli? E dove vivi? (così inizio a farmi un’idea della vostra realtà).
      A presto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...